"Non v' rosa senza spine, ma vi sono parecchie spine senza rose" 

("Panerga e Paralimpomena" greci, II, 385)